Borrell: grano bloccato in Ucraina da Mosca è “crimine di guerra”

featured 1620313
featured 1620313

Roma, 20 giu. (askanews) – Il capo della diplomazia europea, Josep Borrell, ha affermato che la Russia dovrà rispondere se continua a bloccare le esportazioni del grano dall’Ucraina.

“Più della speranza, più della speranza, sono sicuro che le Nazioni Unite alla fine raggiungeranno un accordo. È inconcepibile, non si può immaginare che milioni di tonnellate di grano rimangano bloccate in Ucraina mentre nel resto del mondo la gente soffre la fame. Questo è un vero crimine di guerra. Non posso immaginare che possa durare più a lungo”, ha affermato Borrell parlando con i giornalisti.

“Milioni di tonnellate di grano sono bloccate e milioni di persone non saranno in grado di mangiare questo grano. La guerra avrà delle drammatiche conseguenze per il mondo. Chiediamo alla Russia di sbloccare i porti”, ha aggiunto.

(FONTE EBS)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli