Borsa: Banche sempre protagoniste a Piazza Affari

webinfo@adnkronos.com
·2 minuto per la lettura

Avvio di settimana in parità per le borse europee, sostenute nella prima parte dall’andamento di un comparto energetico rinfrancato dalle notizie in arrivo dai vaccini, oggi è stata la volta di AstraZeneca, e dai titoli bancari. A Piazza Affari, dove il Ftse Mib si è fermato a 21.701,79 punti (-0,02%), la notizia del giorno è rappresentata dall’offerta pubblica di acquisto totalitaria lanciata dal Credit Agricole Italia su Creval (+23,73% a 10,758 euro). L’offerta prevede un corrispettivo in denaro pari a 10,5 euro per ogni azione di Credito Valtellinese portata in adesione.

Ulteriore benzina per il comparto è arrivata anche dall’intensificarsi delle indiscrezioni di stampa su una possibile integrazione di UniCredit (+3,39%) con Mps (+1,3%). In particolare, i beni informati hanno parlato di una norma ad hoc per la trasformazione in crediti d'imposta delle DTA (Deferred Tax Assets, le attività fiscali differite). Oltre a questo, e per facilitare l’aggregazione tra la banca senese e l’istituto di Piazza Gae Aulenti, il Ministero dell’Economia potrebbe includere un aumento di capitale da 2,5 miliardi e lo spin-off di 10 miliardi di rischi legali a carico di MPS.

La nuova seduta di guadagni del greggio, che sta capitalizzando l’ipotesi di un ritorno alla normalità e l’attesa per il meeting dell’Opec del 30 novembre e del primo dicembre, ha permesso al terzetto formato da Eni (+2,52%), Tenaris (+2,94%) e Saipem (+4,55%) di terminare la seduta in deciso territorio positivo. In corrispondenza della chiusura degli scambi in Europa, il future sul Brent sale dell’1,6% a 45,78 dollari.

Denaro anche su Telecom Italia (+1,75%) e Tiscali (+3,53%) che hanno annunciato di aver sottoscritto i contratti esecutivi dell’intesa raggiunta lo scorso 27 agosto, relativa all’accordo di coinvestimento per la realizzazione di una partnership strategica per lo sviluppo del mercato ultra-broadband in Italia attraverso la partecipazione commerciale di Tiscali al progetto FiberCop. Sul completo, balzo di Tesmec (+29,98%) nel primo giorno dell’aumento di capitale.

Dal fronte titoli di Stato, segno meno per lo spread tra i Btp ed i decennali tedeschi, in calo di oltre due punti percentuali a 115 punti base. (in collaborazione con money.it)