Borsa Italiana semplifica le regole per quotarsi

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 23 set. (askanews) - Per aumentare l'attrattività della quotazione, Borsa Italiana semplifica le regole per quotarsi, riducendo il numero dei documenti da depositare, a vantaggio delle società che intendono raccogliere capitali sul mercato regolamentato Euronext Milan. Le modifiche al Regolamento entreranno in vigore il 3 ottobre.

Grazie all'integrazione in Euronext, le modifiche allineano il processo di quotazione in Italia agli standard europei e globali, sottolinea una nota. Le modifiche mirano a semplificare gli obblighi per le società che si preparano a quotarsi, riducendo così il carico di lavoro e i tempi di accesso al mercato. In particolare, sono stati significativamente semplificati gli obblighi di documentazione per le società quotande, le competenze di Borsa Italiana in materia di ammissione e il ruolo e le responsabilità dello Sponsor.

La migrazione dei mercati di Borsa Italiana sulla piattaforma tecnologicamente avanzata Optiq e al single order book di Euronext, prevista per il 2023, porterà ulteriori benefici al mercato dei capitali italiani, aumentando la liquidità e la visibilità degli emittenti.

"E' una riforma che porterà a risultati importanti per la crescita e la competitività dell'intero sistema italiano", ha commentato Fabrizio Testa, amministratore delegato di Borsa Italiana. "L'Italia ha un ottimo tessuto imprenditoriale, capitali privati e un'efficiente infrastruttura di mercato. Ora Borsa Italiana fa parte di Euronext, la principale infrastruttura di mercato europea. Questa riforma è il risultato dell'impegno di Borsa Italiana per la competitività dei mercati finanziari italiani rappresentato nel Libro Verde pubblicato dal Ministero dell'Economia e delle Finanze. Grazie allo sforzo congiunto con Consob, le associazioni e gli altri soggetti pubblici e privati, possiamo semplificare l'accesso ai mercati per le imprese, facendo in modo che i mercati dei capitali possano fungere da strumento essenziale per finanziare la crescita, l'innovazione e la sostenibilità".