Borsa, Milano brillante con banche e Mediaset, bene galassia Fiat

Milano, 19 nov. (LaPresse) - Piazza Affari comincia la settimana nel segno dell'ottimismo, come anche gli altri listini europei. La Borsa di Milano chiude in rialzo con l'indice Ftse Mib che avanza del 3,05% a 15.308,96 punti. Gli investitori ritengono che sia possibile un accordo tra il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, e i leader democratici e repubblicani al Congresso per scongiurare il fiscal cliff e una nuova recessione globale. Dagli Stati Uniti oggi sono arrivati due buoni dati macro. Le vendite di case esistenti sono aumentate del 2,1% a ottobre, a un tasso destagionalizzato di 4,79 milioni di unità. Inoltre, secondo la National Association of Home Builder/Wells Fargo, la fiducia dei costruttori statunitensi è salita a 46 a novembre, contro il 41 di ottobre. Si tratta del valore più alto dal maggio 2006. Oggi la Grecia ha messo a punto gli ultimi dettagli sulle misure di austerità per ricevere la prossima tranche da 31,5 miliardi di euro del piano di salvataggio. Per il ministro delle Finanze, Yannis Stournaras, il governo ellenico ha soddisfatto tutti le richieste. Atene spera di ricevere il via libera al prestito già nell'Eurogruppo di domani. In questo contesto, chiusura positiva per le principali Borse europee. Il Ftse 100 di Londra sale del 2,36% a 5.737,66 punti, il Dax di Francoforte cresce del 2,49% a 7.123,84 punti punti e il Cac 40 di Parigi mostra un incremento del 2,93% a 3.439,58 punti. A Madrid l'indice Ibex avanza del 2,31% a 7.763,8 punti, mentre ad Atene l'Athex balza del 3,85% a 820,91 punti.

A Milano giornata positiva per le banche, con Monte dei Paschi (+3,8% a 0,2047 euro), Banco Popolare (+3,73% a 1,139 euro), Bper (+5,61% a 4,328 euro), Intesa Sanpaolo (+4,05% a 1,233 euro), Mediobanca (+4,06% a 4,354 euro), Popolare di Milano (+2,95% a 0,3765 euro), Ubi Banca (+3,93% a 2,8 euro) e Unicredit (+3,94% a 3,486 euro).

Tra gli altri titoli, riflettori su Fiat Industrial, che sale del (2,47% a 8,24 euro). Il gruppo ha rilanciato nell'ambito dell'offerta agli azionisti di Cnh per la fusione con la controllata statunitense. La nuova proposta prevede un dividendo straordinario da 10 dollari per azione prima dell'integrazione, con un premio migliorativo del 25,6% rispetto alla precedente proposta. Nella galassia Agnelli salgono anche Fiat (+4,24% a 3,488 euro) e la holding Exor (+2,08% a 19,1 euro). Tra gli industriali, bene anche Finmeccanica (+4,85% a 3,758 euro) e Ansaldo Sts (+3,27% a 6,47 euro). Notevole il rimbalzo di Mediaset (+5,32% a 1,228 euro).

Ricerca

Le notizie del giorno