Borsa Milano indici poco mossi in attesa dati occupati Usa, giù Stm

L'entrata della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Piazza Affari si muove in lieve rialzo in una seduta sostanzialmente senza grandi scossoni. Gli investitori preferiscono stare alla finestra in attesa del dato chiave sugli occupati Usa, tra i principali indicatori cui Federal Reserve guarda per aggiustare il costo del denaro, atteso nel primo pomeriggio.

"In vista di questo importante dato è difficile che oggi qualcuno prenda posizione", osserva un trader.

Intorno alle 12,45 il FTSE Mib è in crescita dello 0,22%. Volumi che non raggiungono quota 500 milioni di euro.

Tra i titoli in evidenza:

Giù STM (-2,5%), penalizzata insieme al comparto high tech europeo dai risultati trimestrali di Amd e Samsung che non hanno centrato le attese. Il settore high tech arretra di oltre l'1% in Europa.

Venduto anche il lusso con MONCLER in calo dell'1,6%, FERRAGAMO -1,5%, BRUNELLO CUCINELLI -0,4%.

Ritracciano dopo il rally recente le oil service, come TENARIS (-0,2%) e SAIPEM (-1,6%). Molto forte, invece, MAIRE TECNIMONT che sale del 4,4%.

Spunti sui bancari dopo lo storno di ieri. BANCO BPM avanza dell'1,1%, seguita da BPER (+0,66%). Le big INTESA SANPAOLO e UNICREDIT salgono rispettivamente dello 0,6% e dello 0,5%.

Andamento erratico per MPS che oggi sale del 2,3% dopo il crollo di ieri sempre in balia delle indiscrezioni sulla tempistica dell'aumento di capitale che, secondo alcuni quotidiani, potrebbe anche slittare rispetto alla data prevista del 17 ottobre. Un trader sottolinea che "gli scambi molto limitati sono tipici da movimenti di investitori retail, gli istitutionali non le hanno più queste azioni".

Fra gli industriali ben raccolta LEONARDO con un balzo del 3,3%.

(Giancarlo Navach, editing Sabina Suzzi)