Borsa Milano, nuovo rally a massimi quasi tre mesi su scommesse rapida ripresa

L'edificio della borsa di Milano

MILANO, 3 giugno (Reuters) - Le scommesse su una rapida ripresa post Covid-19 continuano a sostenere il rally dei listini azionari, Piazza Affari compresa che sale ai massimi dall'inizio del lockdown, nel giorno delle riaperture dei confini regionali dopo quasi tre mesi di confinamento.

Gli investitori sfruttano qualche segnale di ottimismo sul fronte macro a livello globale per riposizionarsi su settori rimasti indietro, anche se non manca la cautela sul proseguimento del recupero considerato i livelli raggiunti dal mercato.

Resta l'attesa per la riunione della Banca centrale europea domani che potrebbe dare nuovi dettagli sul nuovo piano di stimolo all'economia.

Forte STM che balza del 7,4% in un contesto positivo per i tech europei sulla scia del miglioramento della guidance dell'americana Microchip Technology.

Leonardo brilla nel Ftse Mib con un rialzo del 7% con un trader che cita il settore della difesa tra quelli rimasti indietro nel recupero della borsa.

Prosegue la spinta dei petroliferi con Saipem a +3,7% dopo che ieri ha annunciato l'ottenimento, in consorzio, di un contratto da 552 milioni di euro per un parco eolico offshore in Francia. Eni sale del 2,5% e Tenaris del 5,3%. Il comparto è aiutato dal rialzo del prezzo del greggio anche se in ripiegamento dai massimi da marzo a oltre 40 dollari raggiunti in mattinata.

Continuano gli acquisti sui bancari con Mediobanca in salita di oltre il 4% sempre sulle prospettive di un rafforzamento di Leonardo Del Vecchio al 20% del capitale. Secondo una fonte vicina all'imprenditore, Del Vecchio non intende presentare una lista propria per il Cda, segno che il suo investimento non è ostile, mentre su Generali, di cui Piazzetta Cuccia è il maggiore azionista con il 13%, non punta a un matrimonio con Axa o Zurich pur mirando a riportare la compagnia triestina al ruolo di leader nel mercato assicurativo europeo. Il titolo Generali guadagna il 4,6%.

Bene Fca a +4,4% con gli analisti che citano il recupero della domanda di auto in Usa a maggio e l'avvio in Italia del dibattito sugli incentivi al settore.

In controtendenza al mercato Telecom Italia in calo di oltre il 2% penalizzata dalle indiscrezioni sull'ingresso dell'operatore francese Iliad nel mercato della telefonia fissa in Italia che porterà un'ulteriore pressione competitiva in un mercato dai margini molto ristretti.

Nel lusso Moncler cede lo 0,3% dopo la bocciatura di Kepler Cheuvreux a "hold" da "buy", mentre al contrario Ferragamo è in progresso del 5%.

Tra i titoli minori Trevi in asta di volatilità dopo un balzo dei oltre 20% che si aggiunge ai forti guadagni degli ultimi giorni in scia alla conclusione, lo scorso venerdì, dell'aumento di capitale da 151 milioni nell'ambito del piano di ristrutturazione del debito che ha portato ad un riassetto societario. Borsa Italiana ha disposto il divieto di ordini sul titolo senza limiti di prezzo.

Pininfarina perde il 5% su prese di profitto dopo il rally delle ultime due sedute.