Borsa Milano prosegue poco mossa in attesa Fed, strappa Tod's, bene risparmio gestito

·2 minuto per la lettura
L'entrata principale della Borsa di Milano

MILANO, 16 giugno (Reuters) - Indici in lieve rialzo a Piazza Affari, allineata agli altri mercati europei, in attesa del termine della riunione della Fed sulla politica monetaria che dovrebbe segnare l'avvio del dibattito su come e quando uscire dalle misure di emergenza messe in campo contro la pandemia.

Le borse europee sono sempre sui massimi storici, mentre i futures Usa sono poco mossi.

Continuano intanto a salire i prezzi del petrolio, mentre sul fronte obbligazionario lo spread del rendimento fra titoli di stato decennali italiani e tedeschi rimane sotto quota 98.

Tra i titoli in evidenza:

Bancari deboli, con Unicredit e Intesa Sanpaolo in calo di circa l'1%. Positiva Mps (+0,6%) che ieri sera ha detto di voler esplorare il possibile rafforzamento della partnership con Anima (+0,8%) nel risparmio gestito. Nel settore acquisti su Azimut (+0,6%) e Banca Mediolanum Mediolanum (+1,6%).

Stellantis ritraccia dopo una buona partenza (-0,6%), mentre avanzano Prysmian(+1,3%) e Interpump (+0,8%).

Sale di circa lo 0,6% Eni in un settore ancora premiato dalla corsa del greggio.

Realizzi su Webuild (-1,7%) dopo una partenza sprint ancora sulla scia del megacontratto annunciato ieri per una tratta dell'alta velocità ferroviaria negli Usa. La commessa potrebbe dare una significativa spinta alla generazione di cassa già nel 2022, ha detto ieri sera il Cfo a Reuters. Kepler Cheuvreux ha alzato il prezzo obiettivo sul titolo a 2,3 euro da 1,9 euro precedente.

Tod's mette a segno un balzo che sfiora il 9% toccando nuovi massimi da dicembre 2008 sull'effetto trainante derivante dal forte rialzo alla Borsa di Francoforte dello store online di moda About You, al debutto oggi. I trader vedono analogie con il gruppo del lusso italiano per le potenzialità di sviluppo nelle vendite online rafforzate anche dall'ingresso della nota influencer Chiara Ferragni nel board a inizio aprile.

Inter riduce il rialzo a +2% dopo l'accordo con il private equity tedesco Paragon Partners per la cessione del controllo del business Speciali che fa capo alla controllata Kme.

(Giancarlo Navach, in redazione a Milano Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli