Borsa: Piazza Affari chiude piatta, Pirelli ed Fca in evidenza

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Seduta altalenante per le borse europee che, dopo un tentativo di recupero a metà seduta, hanno chiuso con il segno meno anche in scia dell’avvio negativo di Wall Street. Tra le altre cause che hanno favorito la cautela troviamo il boom dei contagi in Europa, le tensioni legate alla Brexit e quelle relative il nuovo piano di stimoli da parte delle autorità statunitensi.

In una Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato a 19.076,95 punti, -0,05% rispetto al dato precedente, spiccano le performance positive dell’accoppiata Pirelli – Fca, salite rispettivamente del 2,55 e del 2,45 per cento dopo le indiscrezioni su nuovi incentivi per il comparto auto.

Seduta positiva anche per Campari (+1,54%), che ha capitalizzato i risultati migliori delle stime comunicati dalla francese Pernod Ricard, mentre STMicroelectronics (-0,97%) ha chiuso il trimestre luglio-settembre con ricavi in aumento del 4,4% a 2,67 miliardi di dollari e un utile netto in rosso di quasi il 20% a 242 milioni. Sul completo, rally di Giglio Group (+8,01%) dopo l’accordo con il gruppo Mutti.

Nel comparto bancario seduta positiva per Banco Bpm (+0,64%) e UniCredit (+0,37%), parità per Intesa Sanpaolo (+0,07%).

Lo spread Italia-Germania è salito dell’1,4% a 138 punti base nel giorno in cui il Tesoro ha collocato, in concambio con altri Btp e CCTeu, il nuovo trentennale. Stando alle indicazioni giunte dalle sale operative, per 8 miliardi di euro a fronte di ordini complessivi che hanno superato i 90 miliardi di euro. (In collaborazione con money.it)