Borsa Shanghai, calo peggiore blue chip oltre 7 mesi su crollo materiali, beni consumo

·1 minuto per la lettura
Un uomo indossa una maschera protettiva all'interno della Borsa di Shanghai, presso il distretto finanziario di Pudong a Shanghai

PECHINO / SHANGHAI (Reuters) - L'azionario cinese ha chiuso in ribasso, con l'indice blue chip che ha registrato il calo peggiore in oltre sette mesi, poiché gli investitori hanno venduto i titoli dei beni di consumo e dei materiali a causa dei timori per le valutazioni elevate.

L'indice Shanghai Composite ha chiuso in ribasso del 2,05%, a 3.503,49, mentre l'indice blue chip CSI300 è sceso del 3,15%, il più grande calo giornaliero da gennaio 2020.

Il sottoindice dei beni di prima necessità è sceso del 4,91%, mentre quello dei materiali ha perso il 4,82%.

Anche i titoli tech sono stati venduti, con l'indice delle start-up ChiNext Composite in calo del 4,87% e l'indice tecnologico STAR50 a -2,59%.

Gli investitori stanno abbandonando le azioni tecnologiche, di consumo e delle nuove energie a causa dei timori sulle valutazioni, mentre stanno aumentando le posizioni sui sottovalutati titoli immobiliari, bancari e assicurativi, ha detto Yang Delong, gestore degli investimenti presso First Seafront Fund Management Co.

L'indice minore di Shenzhen è sceso del 2,9%.

L'indice Hang Seng di Hong Kong ​​​​​​​​​​​​​​ha chiuso in ribasso dell'2,2%​​​​​​​​ a 29.236,79 punti.