Borsa Tokyo in lieve calo su tensioni Usa-Cina ma archivia miglior mese da 2015

Un uomo con una maschera riflesso su uno schermo con gli indici della borsa di Tokyo

SYDNEY (Reuters) - La borsa di Tokyo ritraccia dai massimi di tre mesi su prese di profitto innescate dalle crescenti tensioni tra Usa e Cina su Hong Kong.

Tuttavia, la graduale revoca delle restrizioni contro il coronavirus ha aiutato il Nikkei ad archiviare il miglior mese in oltre quattro anni e mezzo.

Il benchmark termina la seduta in ribasso dello 0,18% a 21.877,89, chiudendo il mese di maggio in rialzo dell'8,3%, il miglior guadagno mensile da ottobre 2015, grazie all'ottimismo per la riapertura delle economie a livello mondiale.

Il più ampio indice Topix ha perso lo 0,9% a 1.563,67, anche in questo caso ritracciando dai massimi di tre mesi visti ieri, con 28 settori su 33 in ribasso.

L'approvazione da parte di Pechino della legge sulla sicurezza nazionale a Hong Kong pesa sul sentiment. Il presidente Usa Donald Trump dovrebbe tenere oggi una conferenza stampa sulla Cina.

Settori altamente ciclici come il siderurgico, il settore degli esportatori e il settore auto sono tra i peggiori della sessione odierna, invertendo i forti guadagni di inizio settimana.

Nissan Motor cede il 10,8% dopo aver annunciato una perdita operativa di 40,5 miliardi di yen per l'anno finanziario concluso a marzo, la peggiore performance dal 2008-09.


Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia