Borsa Usa in calo, ma S&P 500 verso miglior novembre della sua storia

·2 minuto per la lettura
Il cartello stradale di Wall Street, nei pressi della Borsa di New York

(Reuters) - Wall Street perde terreno oggi con gli investitori che prendono una pausa dopo un mese ai massimi storici, in attesa di diversi importanti dati economici questa settimana.

Intorno alle 17,15 italiane, il Dow Jones cede 318,79 punti, o l'1,07% a 29.591,58 e l'S&P 500 perde 25,94 punti, o lo 0,71% a 3.612,41. Il Nasdaq scivola di 93,88 punti, o dello 0,77% a 12.111,96, dopo aver toccato i massimi storici a inizio sessione.

In ribasso nove settori dell'S&P 500 su 11, in particolare il settore energia. Major come Exxon Mobil, Chevron e ConocoPhilips perdono tra il 2% e il 3,7%, sulla scia dei prezzi del greggio in calo.

Ihs Markit balza in testa all'indice S&P 500 dopo aver raggiunto un accordo da 44 miliardi di dollari per essere acquistata da S&P Global, in quella che è la più grande operazione M&A corporate del 2020.

Secondo gli analisti la debolezza di oggi è dovuta al bilanciamento dei portafogli adottato dagli analisti a fine mese, con fruttuose prese di profitto dopo un mese forte grazie agli aggiornamenti sui vaccini per il Covid-19 e a rinnovate speranze per la ripresa economica nel 2021.

La rotazione dei settori ha apparentemente fornito ritorni migliori uscendo dalla recessione, con il settore energia, l'industriale e il finanziario che hanno spinto l'S&P 500 verso il miglior novembre nella storia dell'indice. Il Dow Jones si dirige verso il miglior guadagno mensile dal 1987.

Il settore tech e quello healthcare emergono come gli unici in rialzo sull'indice S&P 500.

Il Segretario Usa alla Sanità Alex Azar ha detto oggi che i primi due vaccini contro il coronavirus potrebbero essere disponibili per gli americani prima di Natale.

Moderna ha annunciato l'intenzione di richiedere l'autorizzazione all'uso d'emergenza negli Stati Uniti e in Europa per il proprio vaccino contro il Covid-19 dopo aver riportato i risultati di uno studio di fase avanzata, mostrando un tasso d'efficacia del 94,1%. Il titolo avanza del 15,5%.

Macy's e Kohl's cedono entrambi quasi il 5%, a causa di un numero minore di consumatori nei maggiori negozi statunitensi durante il weekend del Black Friday, rimasti a casa per approfittare delle offerte online e per evitare un nuovo picco di contagi da Covid-19.

(Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)