Borsa Usa, S&P 500 a nuovi massimi storici su trimestrali positive

·2 minuto per la lettura
Il logo Johnson & Johnson a Irvine, California

(Reuters) - La borsa Usa è in rialzo, con l'indice S&P 500 che tocca nuovi massimi storici, su una serie di risultati trimestrali positivi da alcune azienda come 3M e Johnson & Johnson nel Dow Jones, a sostegno del sentiment.

Intorno alle ore 16,45 italiane, il Dow Jones sale di 51,56 punti, o dello 0,13%, a 31.011,56, l'S&P 500 guadagna 2,80 punti, o lo 0,07%, a 3.858,16, e il Nasdaq avanza di 26,41 punti, o dello 0,19%, a 13.662,63.

Johnson & Johnson strappa il 2,8% dopo aver stimato per il 2021 utili oltre le stime, promettendo di pubblicare a breve i dati sulle sperimentazioni per il proprio vaccino contro il coronavirus.

3M, produttore di mascherine N95 e di Post-it, avanza del 2,9% dopo aver registrato utili trimestrali oltre le aspettative, grazie ai costi minori e alla maggiore domanda per i propri prodotti sanitari durante la pandemia.

Microsoft strappa l'1,6%, mentre Advanced Micro Devices guadagna l'1,1%. Entrambi i titoli pubblicheranno i loro risultati trimestrali dopo la chiusura dei mercati.

Dieci settori S&P su 11 scambiano in rialzo, in particolare l'energetico e l'industriale.

Si prevede che la politica monetaria della Federal Reserve resterà pressoché invariata domani, alla fine del meeting di due giorni, con il presidente Jerome Powell che dovrebbe affrontare il tema dell'inflazione durante il proprio discorso.

Occhi puntati sulle trattative per il pacchetto di stimolo all'economia, dopo che Chuck Schumer, leader della maggioranza al Senato, ha detto ieri che i Democratici potrebbero tentare di approvare il pacchetto da 1.900 miliardi di dollari proposto dal presidente Joe Biden con modalità che consentirebbero di evitare l'ostruzionismo repubblicano.

General Electric balza del 5,8% dopo aver annunciato un outlook promettente per quest'anno, oltre ad aver registrato un aumento trimestrale del free cash flow.

American Express perde il 2,8% dopo aver riportato un calo del 15% negli utili trimestrali, dopo che i lockdown e le restrizioni dovute alla pandemia hanno impedito ai clienti dell'azienda di viaggiare e frequentare ristoranti.

(Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)