Borse Europa estendono guadagni su scia titoli petroliferi, utilities

·2 minuto per la lettura
La Borsa di Francoforte

(Reuters) - Le borse europee estendono i guadagni dopo aver archiviato ieri la migliore sessione in quattro mesi, con i balzi nei titoli di società petrolifere e utilities che bilanciano i cali nel settore minerario.

L'indice paneuropeo STOXX 600 avanza dello 0,5% dopo aver aperto in ribasso, con i settori energia e delle utilities entrambi in rialzo di oltre l'1,6%.

Pandora A/s balza del 7% dopo aver riportato un incremento del 12% nelle vendite organiche a febbraio.

I mercati azionari europei hanno subito forti pressioni a causa di un balzo nei rendimenti dei bond, dovuto alle rapide campagne di vaccinazione e all'ingente pacchetto di stimolo fiscale statunitense, che hanno alimentato i timori di un potenziale aumento dell'inflazione.

L'indice MSCI Europe 'value', che include il settore bancario, l'energetico e l'automobilistico, è avanzato del 9% finora nel 2021, mentre l'indice 'growth', che comprende i settori tech e healthcare, ha guadagnato solo lo 0,9%.

Il settore minerario perde lo 0,6% sulla scia del calo al limite giornaliero del 10% per i futures sui minerali ferrosi Dalian, a causa delle restrizioni anti-inquinamento imposte dalla città cinese di Tangshan, mentre i prezzi del metallo sono stati impattato dal forte dollaro.

Rio Tinto, Bhp Group e Anglo American perdono tra l'1,4% e l'1,9%, zavorrando l'indice londinese FTSE 100.

Occhi puntati sul meeting Bce previsto giovedì, per vedere se l'istituto deciderà di aumentare il ritmo degli acquisti d'emergenza di bond per calmare i mercati nervosi.

I dati sulle esportazioni tedesche mostrano un aumento inaspettato a gennaio, grazie al robusto scambio commerciale con la Cina.

M&G Plc guadagna il 5,3% dopo aver riportato un utile operativo per il 2020 superiore alle stime, nel primo anno dell'azienda come entità autonoma.

Continental Ag cede il 6,4% dopo aver stimato un outlook per il 2021 inferiore alle aspettative.