Borse Europa trovano supporto alla fine di una settimana volatile

Palais Brogniard, ex sede della Borsa di Parigi

(Reuters) - L'azionario europeo è in rialzo grazie a una stabilizzazione del sentiment al termine di una settimana volatile dominata dalle preoccupazioni per l'inasprimento della politica monetaria e il rallentamento della crescita globale.

L'indice paneuropeo STOXX 600 avanza di 1,2%, con le banche e i titoli tecnologici in testa ai guadagni.

I mercati globali, e in particolare i titoli statunitensi, hanno subito forti oscillazioni questa settimana, poiché gli investitori temono che l'inasprimento delle condizioni finanziarie - con la Federal Reserve che si prepara a una serie di rialzi dei tassi d'interesse per contenere l'impennata dell'inflazione - possa far precipitare l'economia in recessione.

Nella giornata di ieri il presidente della Fed Jerome Powell ha ribadito che la Fed alzerà i tassi di interesse di mezzo punto percentuale in ognuna delle prossime due riunioni politiche, attenuando i timori per un aumento dei tassi di 75 punti base atteso da alcuni investitori.

Tra i singoli titoli, DEUTSCHE TELEKOM guadagna lo 0,69%, dopo aver rivisto al rialzo la propria guidance annuale sugli utili.

Il produttore di turbine eoliche VESTAS perde il 4,4%, dopo che Berenberg ha declassato il titolo a "hold".

Il gruppo francese attivo nelle case di riposo ORPEA, che deve affrontare azioni legali per il modo in cui gestisce i suoi centri e tratta gli anziani residenti, è sceso dell'1,69% dopo aver dichiarato che non pagherà un dividendo sugli utili del 2021.

Norwegian Air è salita dello 0,94%, nonostante abbia registrato una perdita trimestrale e aver dichiarato che l'aumento dei costi del carburante avrebbe in parte bilanciato gli effetti dell'aumento delle prenotazioni estive.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli