Borse europee a picco. Wall Street apre a -11%

Le Borse europee crollano, registrando perdite a due cifre. L'euro Stoxx 50 arretra dell'11,76%. Il Dax di Francoforte cede il 10,2%, Parigi l'11,7%, Milano il 10,2% e Londra il 7,5%. Ieri, a sorpresa, la Federal Reserve ha tagliato i tassi di un punto percentuale, portandoli quasi a zero (in un range compreso tra 0 e 0,25%) e ha annunciato l'acquisto di bond per 700 miliardi di dollari per contrastare l'impatto sull'economia del coronavirus.

Per tutta risposta i future degli indici di Wall Street hanno reagito registrando cali di oltre il 4%. I mercati hanno reagito alle mosse della Fed dandole per scontate e ora si aspettano innanzitutto un calo dei morti e dei contagi.  ​

Wall Street tracolla in apertura, dopo le mosse a sorpresa della Fed e dopo la discesa a ruota libera dei listini europei. Il Dow Jones scende del 11% a 20.935 punti, lo S&P va giù dell'8,14% a 2.490n punti e il Nasdaq perde il 6,12% a 7.392 punti.

Intanto L'Europa è percepita come l'epicentro della pandemia globale e Francia e Spagna hanno iniziato ad introdurre drastiche misure di contenimento e lockdown come quelle dell'Italia.

Lo spread tra i Btp e i Bund tedeschi torna sopra quota 250, a 250.3 punti, sui livelli di apertura. Il rendimento del decennale avanza dell'8% a 2,116%.