Borse europee in rialzo dopo Fed e Paesi Bassi, Milano oltre i 20.000 punti

Il mercato azionario europeo tocca i livelli più alti da 15 mesi, dopo l’aumento di un quarto di punto dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve e dopo la mancata vittoria del populista Geert Wilders nei Paesi Bassi.

L’istituto centrale statunitense mercoledì ha comunque espresso cautela sostenendo una politica degli incrementi graduali.

“I mercati sono rilassati, per due motivi – spiega Robert Halver della Baader Bank – innanzitutto gli olandesi hanno votato a favore dell’Europa e questo contribuisce a una buona atmosfera. Sono convinto che anche i francesi voteranno allo stesso modo. L’altra ragione è l’aumento dei tassi avvenuto come previsto. Questo viene considerato il segnale di un’economia che fa meglio del previsto. Inoltre un aumento dei tassi è accettabile. Ma la cosa più importante è che Janet Yellen ha chiarito che nessuno deve temere ulteriori incrementi in tempi brevi”.

A Milano il Ftse Mib guadagna l’1,7% superando la soglia dei 20.000 punti, cosa che non avveniva dallo scorso 13 gennaio. Buone le prestazioni delle banche. Fra gli assicurativi Generali che ha registrato un utile netto nel 2016 superiore alle attese. L’euro chiude la seduta in rialzo sul dollaro.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità