Borsellino, incardinata proposta per Commissione inchiesta su mancata individuazione responsabili

(Adnkronos) - Primo passo per l'istituzione di una "Commissione parlamentare di inchiesta sulle cause della mancata individuazione dei responsabili della strage di via D'Amelio del 19 luglio 1992, nella quale furono uccisi il giudice Paolo Borsellino e gli agenti della sua scorta". All'indomani della sentenza del processo sul depistaggio sulla strage di via D'Amelio e a pochi giorni dal 30esimo anniversario della strage, la proposta di legge sull'istituzione della Commissione di inchiesta è approdata in Commissioni riunite Affari costituzionali e Giustizia della Camera dei deputati in sede referente.

"Oggi è stata incardinata e siamo contenti di esserci riusciti proprio nei giorni antecedenti alle celebrazioni dei 30 anni dalla morte di Borsellino e degli agenti della scorta, che ci vedranno a Palermo con un convegno di Fdi alla presenza di Giorgia Meloni, prima firmataria della proposta di legge", afferma all'Adnkronos la deputata Fdi Augusta Montaruli, relatrice della proposta di legge per la I Commissione mentre Giulia Sarti (M5s) è relatrice del provvedimento per la II Commissione Giustizia.

"La proposta di legge di istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta è stata depositata nel 2019 - spiega Montaruli - e prevede tre linee di indagine che sono relative: alle motivazioni della mancata adeguata protezione di Borsellino visto che la strage di via D'Amelio è successiva alla strage di Capaci; un'analisi sulla condotta delle indagini relative alla strage di via D'Amelio e le motivazioni per cui non si sono ancora individuati i responsabili". Montaruli, ricordando come i giudici della Corte di assise di Caltanissetta parlarono di uno dei più gravi depistaggi della storia giudiziaria italiana, sottolinea: "E' doveroso, da parte del parlamento, dare un segnale chiaro, con una doverosa indagine per togliere le ombre su una vicenda dolorosa della storia d'Italia, per rendere onore a tutte le vittime di mafia, ben rappresentate da Falcone e Borsellino, e per riconsegnare a verità quella pagina di storia recente".

L'iter e i tempi della proposta di legge dipenderanno dalle Commissioni e dalla conferenza dei capigruppo, spiega Montaruli che tuttavia, nonostante la legislatura sia vicina alla conclusione, si dice "fiduciosa". "Le Commissioni - spiega la deputata Fdi - sono legate alla legislatura, ma è importante che la Camera, con i poteri di una Commissione parlamentare di inchiesta, inizi ad approfondire per consegnare ai parlamentari della prossima legislatura un quadro più delineato su cui continuare questo lavoro anche a luce del fatto che questa pagina non merita l'oblio". "Aver incardinato la proposta di legge vuole dire aver fatto un primo passo", conclude Montaruli.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli