Borsellino: Ingroia, 'La Barbera pretese di essere l'unico responsabile della sicurezza di Falcone'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Palermo, 25 mag. (Adnkronos) – "Oggi rileggendo la lettura dei fatti scoperti stento a credere che possa essere stato frutto soltanto di una imperdonabile leggerezza, troppe cose si sono sommate. Spero che qualche autorità giudiziaria stia verificando la vicenda del jammer, di cui hanno parlato le Iene di recente. Mi ha sorpreso il silenzio di Antonio D Pietro, come mai all'epoca si era pensato di dotare di un jammer Di Pietro e non Borsellino?". E' quanto dice l'ex Procuratore aggiunto di Palermo Antonio Ingroia durante l'audizione davanti alla Commissione regionale antimafia all'Ars sulla strage di via D'Amelio. Poi aggiunge: "Io ricordo che Arnaldo La Barbera, che ormai è diventato personaggio di riferimento per i depistaggi di via D'Amelio, a un certo punto chiese e pretese di essere l'unico responsabile della sicurezza di Falcone", ha aggiunto.