Borsellino: la denuncia della figlia Fiammetta, 'da Csm comportamento omissivo'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Palermo, 20 dic. (Adnkronos) – Il comportamento dell'attuale Csm "sulla stagione delle stragi del '92" è stato "omissivo". E' la denuncia di Fiammetta Borsellino che a Palermo, nel corso del convegno 'Ricostruire l'Antimafia', alla presenza del Presidente dell'Antimafia all'Ars Claudio Fava e della ex Presidente dell'Antimafia nazionale Rosi Bindi, ha detto: "Devo ringraziare la commissione regionale Antimafia perché ha dato uno sguardo molto attento a quello che è stata la terribile stagione delle stragi del '92 e, in particolare, su quella di via d'Amelio. Sarebbe stato auspicabile che a questo lavoro, tuttavia, fosse seguita un'attività di indagine investigativa e di approfondimento da parte del Consiglio superiore della magistratura, ma il comportamento omissivo di questo organo in tal senso è un dato di fatto e non una mia opinione". Il lavoro della Commissione, per Fiammetta Borsellino, "si è concluso con due relazioni: una sul più grande depistaggio nonché sul più grave errore giudiziario del nostro Paese, e una seconda sul terribile clima all'interno della Procura di Palermo retta da Pietro Giammanco, peraltro mai sentito dalla magistratura e su tutti i soggetti esterni a Cosa nostra parimenti interessati alle stragi".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli