Borsellino, Lamorgese: la legalit si costruisce tutti insieme -2-

Red/Cro/Bla
·1 minuto per la lettura

Roma, 19 lug. (askanews) - "Alcune delle disposizioni legislative e dei modelli operativi, che tuttora dimostrano la loro efficacia contro le mafie, risalgono a quella stagione di sangue e di dolore, essendo state introdotte dopo la strage di via D'Amelio come risposta a una sfida criminale all'intero Stato. Ma le mafie hanno una grande capacit di adattamento e sanno insinuarsi negli spazi aperti dalle ricorrenti crisi economiche. Ogni occasione buona per minare settori sani della societ", sottolinea. Per tale motivo, aggiunge il ministro "lo Stato non deve mai abbassare la guardia e per costruire un argine efficace contro le mafie e le organizzazioni criminali, serve la collaborazione fattiva dell'intera societ civile. La cultura e la pratica della legalit si costruisce ogni giorno e tutti insieme". "Con la stragi di Capaci e via D'Amelio la mafia non riuscita a cancellarne l'esempio. Il loro ricordo anima l'impegno quotidiano di chi indossa la toga, una divisa dei tanti insegnanti, studenti, volontari, semplici cittadini e intere associazioni che fanno valere silenziosamente la loro fiducia nello Stato, nelle istituzioni, nei valori costituzionali. Al procuratore Paolo Borsellino e ai cinque agenti che si sono sacrificati accanto lui va rinnovato oggi il nostro grato e commosso ricordo", conclude il ministro.