L'Inter è ancora viva: 3-2 al Gladbach, decide Lukaku. All'84' il Var annulla il gol del pareggio a Plea

·2 minuto per la lettura

Serviva una vittoria e la vittoria è arrivata. L'Inter passa 3-2 in casa del Borussia Moenchengladbach, al termine di una partita pazzesca, e torna a credere negli ottavi di finale di Champions League. Decisivo, ancora una volta, Romelu Lukaku, con una doppietta che tiene vive le speranze nerazzurre. Ora servirà vincere contro lo Shakhar e sperare che arrivino buone notizie da Valdebebas.

SUBITO DARMIAN, PLEA PAREGGIA - L'Inter parte forte, va vicino al vantaggio con Lautaro, lo trova con Darmian, che buca Sommer con una conclusione che passa sotto le gambe del portiere svizzero, bravo, qualche minuto più tardi, a evitare il 2-0, respingendo il tentativo del Toro. Il Gladbach reagisce, Handanovic salva due volte la porta su Lainer e Thuram, ma cade sul colpo di testa di Plea, al fotofinish del primo tempo. L'ex Nizza è bravo a sfruttare un errore di comunicazione tra Skriniar e Darmian.

LUKAKU SUPER, POI IL VAR - Nella ripresa subito Thuram non gira bene un angolo dalla destra, l'Inter riesce a ritrovarsi e, trascinata da un grande Lukaku, trova due gol in nove minuti (il primo, da attaccante vero, con un perfetto diagonale dopo aver tenuuto distante Zakaria, il secondo spedendo in porta un cross perfetto di Hakimi). Finita qui? Neanche per sogno. Il Gladbach sfrutta un errore in appoggio di Sanchez e accorcia con Plea poi, dopo un clamoroso gol divorato da Young arriva il 3-3, ancora con Plea, ma la gioia dura poco perché il gol è annullato dal Var per offside di Embolo. Nel finale i tedeschi attaccano a testa bassa, ma non trovano il pareggio, che avrebbe eliminato l'Inter. L'Inter c'è, è ancora viva e si gioca tutto contro lo Shakthar.​

A FINE PARTITA RESTA SU CALCIOMERCATO.COM PER LEGGERE IL COMMENTO DI ALBERTO CERRUTI