Boschi: “Rientro nel PD di D’Alema e Bersani? Dovremmo discuterne”

maria elena boschi

Maria Elena Boschi è stata intervistata dai giornalisti alla festa dell’Unità a Firenze: tra i temi trattati, anche la scissione del Pd. “Il nuovo partito di Renzi non è all’ordine del giorno – chiarisce la Boschi -. Ma se il segretario del Pd Zingaretti avesse l’idea di riportare nel partito D’Alema e Bersani, dovremmo parlarne, scelte di un certo tipo comportano una discussione. Non abbiamo voglia di andarcene ma vediamo che succede”.

Boschi, la scissione del Pd

Alla festa dell’Unità a Firenze, Maria Elena Boschi ha lasciato degli spunti di riflessione sull’eventuale scissione dei renziani dal Pd: “Dovremmo discuterne” liquida la senatrice. Poi, riguardo le elezioni regionali toscane e le eventuali strategie promosse dal Partito Democratico ha dichiarato: “Sull’alleanza con i Cinque Stelle alle regionali ho molti dubbi, sono molto critica e perplessa perché le nostre posizioni su molti temi sono molto distanti, specialmente per quanto riguarda le infrastrutture. E poi i voti non si sommano. Se il messaggio che offri non convince, si perde consenso”.

Salvini e Teresa Bellanova

Infine, Maria Elena Boschi si è soffermata anche sugli attacchi sessisti verso Teresa Bellanova, il neo ministro dell’Interno. “Questa estate è stata caratterizzata dall’ostentazione del corpo da parte di Salvini – spiega -. Ma nel momento in cui una donna, come ho fatto io, si mostra in costume da bagno si scatena un dibattito”. Anche la dem, infatti, fu vittima di critiche riguardo il suo vestiario durante il giuramento al Quirinale (“è un colore che non porta bene evidentemente” ha confessato). Riguardo il leader leghista, inoltre, la Boschi è convinta che “stando all’opposizione si sgonfierà anche se non va sottovalutato”.