Botta e risposta all'Onu tra Egitto ed Etiopia su diga Rinascimento

Sim

Roma, 24 giu. (askanews) - Botta e risposta al Consiglio di sicurezza dell'Onu tra Etiopia ed Egitto sulla Grand Ethiopian Renaissance Dam (Gerd), la grande diga in fase di completamento lungo il corso del Nilo Blu ad opera dell'italiana Salini-Impregilo.

In una missiva inviata due giorni fa, Addis Abeba ha ha respinto l'accusa mossa dall'Egitto di minacciare la pace con l'avvio delle operazioni per riempire il bacino della diga, accusando a sua volta il Cairo di voler imporre l'accordo del 1959 sulla ripartizione delle risorse idriche. Il 19 giugno era stato l'Egitto a scrivere al Consiglio Onu, chiedendone l'intervento per risolvere la disputa, sottolineando come il riempimento del bacino, che Addis Abeba vuole avviare a luglio anche senza accordo con le controparti, rappresenti "una minaccia alla pace e alla sicurezza internazionale". (Segue)