Botta e risposta Peter Gomez-Bobo Craxi su 'Hammamet'

webinfo@adnkronos.com

Botta e risposta via twitter tra Peter Gomez e Bobo Craxi sul film 'Hammamet' con Pierfrancesco Favino nei panni di Bettino Craxi. O meglio sul quel che il film di Gianni Amelio ''omette'' di raccontare sul leader socialista.  

''Craxi, quello che non c’è nel film Hammamet: nelle sentenze la lista della spesa delle tangenti, tra case a New York, a Roma, a Madonna di Campiglio a La Thuile e soldi alla tv di Anja Pieroni, alla quale passava 100 milioni di lire al mese'', è il tweet di Gomez che accende la miccia postando un articolo del Fatto che entra nel dettaglio della ''lista della spesa delle tangenti, tra case a New York e soldi alla tv dell’amante''. Pur sottolineando che siamo davanti a un film ''molto ben recitato'', Gomez sottolinea come sia ''doveroso per chi fa informazione raccontare pure il resto. È cronaca non una presa di posizione politica''. 

Il figlio di Bettino, Bobo, risponde a stretto giro intimando a Gomez di ''dimostrare che l’elenco di quegli appartamenti fossero a disposizione sua o della famiglia. Se non sarai in grado di dimostrarlo credo che il tribunale ti condannerà per diffamazione. Peter, è finita questa Storia che sputtanate gratis. Il tuo Esercito sta in rotta''. 

''Bobo questo dice la sentenza - replica Gomez - Non lo devi dimostrare a me ma ai giudici che l’hanno scritta è confermata nel processo All Iberian. Si tratta del denaro, spiegano, gestito prima da Tradati e poi da Raggio, che come noto fece sparire una parte notevole di quella cinquantina di mld''.  

Ma Bobo Craxi insiste. ''No guarda. Tu ti presenterai in Tribunale con i certificati di proprietà di immobili. Diversamente, come è naturale che sia, vieni giudicato come uno spacciatore di bugie. Te l’ho detto, e mi spiace perché sai che rispetto il tuo lavoro, questo modo di fare non regge più. É finita''. Un aut aut a cui il direttore del Fatto on line risponde: ''Mi presenterò con le sentenze che sono tutte correttamente citate esplicitamente come fonte negli articoli del mio sito''.  

  • Si schianta in auto con tasso alcolemico alle stelle: assolto
    Notizie
    Adnkronos

    Si schianta in auto con tasso alcolemico alle stelle: assolto

    "La sentenza di Milano con la quale un conducente con un valore alcolemico nel sangue pari a quasi quattro volte il limite, e che nell'aprile del 2018 ha causato anche un incidente nel quale rimaneva ferito lo stesso conducente e un passeggero, viene assolto perché il reato è stato considerato di lieve entità, è assolutamente incomprensibile e lascia più che perplessi". E' quanto dichiara Giordano Biserni, presidente dell'Asaps, l'associazione sostenitori amici della Polizia Stradale. "Lascia addirittura storditi - continua Biserni - gli operatori di polizia che stanno notte e giorno sulle strade per frenare il dilagare micidiale della ubriachezza alla guida e sotto l'effetto di stupefacenti e quanti si occupano seriamente di sicurezza stradale".  "Secondo il giudice 'la circostanza che il livello di tasso alcolemico rinvenuto nel sangue non sia di molto superiore al limite relativo alla soglia di rilevanza, consente di qualificare il fatto in termini di tenuità. Non molto superiore?? Quasi quattro volte il limite è non molto superiore? Il conducente doveva entrare in coma etilico per avere un valore molto superiore? Parliamo di un valore che supera 1,5g/l soglia che prevede la confisca del veicolo se di proprietà e la condanna alla pena massima in caso di omicidio stradale", evidenzia Biserni.  "Nella sentenza in riferimento all'incidente si legge poi che 'non si stima adeguatamente provato' visto che 'l'imputato perdeva il controllo del mezzo senza cagionare ad altri danno'. Pieno sostegno dell'Asaps - dice il presidente - alla Polizia Stradale di Bergamo che ha espresso le sue perplessità in una lettera alla Procura di Milano in cui scrive che 'rimane di difficile comprensione l’eccezione di non ritenere adeguatamente provato l’incidente' e si domanda perché venga considerato di lieve entità il valore di 1,97 g/l 'accertato clinicamente' con 'procedura medico legale, considerato che tale valore supera di quasi 4 volte il limite massimo previsto'". Come si può motivare la 'lieve entità' nella valutazione se il legislatore ha già costruito la norma che stabilisce la lieve entità con la sanzione amministrativa fino a 0,8 g/l? La sentenza vanifica - secondo Biserni - il lavoro della polizia e costituisce un vero trampolino per una sorta di 'liberi tutti' di bere anche se si guida! Immaginabili le conseguenze in un quadro già oggi molto preoccupante per la sicurezza sulle strade. A questo punto tanto vale abolire l'articolo 186 del CdS, lasciando in vigore solo l’ipotesi in cui viene causata la morte di altre persone". "Auspichiamo che la sentenza venga impugnata e che si torni a ridare fiducia agli operatori di polizia impegnati sulle strade che in questo modo ne escono frustrati con la vanificazione del loro lavoro e fiducia in tutti quei cittadini che devono percorrere le strade senza il terrore di incappare in un conducente con valore alcolemico di quasi 2 g/l che in pratica potrà viaggiare indisturbato fino a che non avrà ucciso", conclude Biserni.

  • Zucchero operato d’urgenza: come sta il cantante?
    Notizie
    notizie.it

    Zucchero operato d’urgenza: come sta il cantante?

    Adelmo Fornaciari, in arte Zucchero, è stato ricoverato d’urgenza in Texas: ecco cosa è successo al cantante emiliano

  • Ragazza ucraina vende la verginità: messa all’asta per 100mila euro
    Notizie
    notizie.it

    Ragazza ucraina vende la verginità: messa all’asta per 100mila euro

    Una ragazza ucraina ha messo in vendita la propria verginità a 100mila euro per poter stare con un uomo che la faccia vivere nel lusso.

  • È morta Giorgia Saulea: a ottobre fu colpita da un cancro fulminante
    Notizie
    notizie.it

    È morta Giorgia Saulea: a ottobre fu colpita da un cancro fulminante

    Nel pomeriggio di sabato 18 gennaio è morta Giorgia Saulea, la giovane madre colpita da un cancro fulminante che l'ha portata via in soli tre mesi.

  • Padre di Meghan Markle attacca la figlia: "Sta distruggendo monarchia"
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Padre di Meghan Markle attacca la figlia: "Sta distruggendo monarchia"

    Nel corso di un'intervista a Channel 5, Thomas Markle ha attaccato apertamente il comportamento della duchessa del Sussex: "Sta screditando, rendendola squallida, una delle più longeve istituzioni di sempre"

  • Pietro Anastasi alla moglie: "Mi devi promettere che mi fai morire"
    Notizie
    HuffPost Italia

    Pietro Anastasi alla moglie: "Mi devi promettere che mi fai morire"

    "Mi devi promettere che mi fai morire".

  • La candidata della Lega in Emilia Romagna ha detto cosa pensa delle Sardine
    Notizie
    AGI

    La candidata della Lega in Emilia Romagna ha detto cosa pensa delle Sardine

    “Sento profumo di vittoria, è tutto un crescendo”. In un intervista a Libero Quotidiano Lucia Borgonzoni, la candidata della Lega alla presidenza della Regione Emilia Romagna, dice dice di capire che la vittoria è in pugno “dalle chiamate che mi arrivano ogni giorno, il telefono è impazzito” e che per poter soddisfare le richieste di tutti quelli che la vogliono incontrare “avrei bisogno di un altro anno e mezzo di campagna elettorale”. “Molti li vedrò dopo il voto” promette.Imprenditori, coop, associazioni di professionisti e commercianti, enti sociali, “tutti”, chiedono di incontrarla perché, a suo avviso, “la sinistra ha abbandonato questa terra. Si è chiusa nei Palazzi” e per il Pd oggi “esistono solo i centri storici dei capoluoghi emiliani”. Non è solo una questione di periferie trascurate: tutta la Romagna e l'Appennino sono stati mollati dai dem” sottolinea Borgonzoni, che attacca: “La sinistra non può permettersi di perdere a Bologna, che è la sua Stalingrado, e il fatto che sia prossima alla capitolazione l'ha mandata fuori di testa, facendole alzare i toni dello scontro”, cosicché accusa, oggi “i dem girano i salotti televisivi pontificando su quanto dobbiamo volerci bene e accusando la Lega di linguaggio violento, ma in questi due mesi mi hanno detto di tutto”.Ovvero, il fatto che molte donne di sinistra hanno “un concetto a senso unico della solidarietà”, perciò “se sei una donna di centrodestra puoi essere insultata come se niente fosse”. Ecco, dice Borgonzoni, “questo lo trovo inaccettabile”. E aggiunge: “Sono stata raffigurata come una sorta di velina, al punto che perfino Emma Bonino ed Elisabetta Gualmini sono intervenute per fermare le bassezze nei miei confronti e contenere anche il mio rivale, Bonaccini”.Lei non è preoccupata dall'attivismo delle Sardine e sulla questione del Movimento spontaneo nato pochi mesi fa ha un suo proprio punto di vista: “È un fenomeno tutto interno alla sinistra, che non ci toglie un voto” dichiara. “L'ho detto fin dal primo giorno, quando ho visto le facce di chi era sceso in piazza con loro" prosegue "il nuovo che avanza non può avere come padre tutelare Romano Prodi. L'unica cosa che non ho capito è se sono state studiate a tavolino da tempo o solo dopo che Bonaccini ha deciso di presentarsi nascondendo il simbolo del Pd. In ogni caso, sono il simbolo del fallimento dei dem in Regione”.Sul giorno dopo il voto, il 27 gennaio, le aspettative di Borgonzoni sono alte: “Sarà una grande festa della democrazia. Il 25 aprile dell'Emilia-Romagna. E inizieremo subito a lavorare. Le priorità sono detassazione e sburocratizzazione”, promette.

  • Gf Vip, Barbara Alberti contro Imma Battaglia: “Figlia di pu**ana”
    Notizie
    notizie.it

    Gf Vip, Barbara Alberti contro Imma Battaglia: “Figlia di pu**ana”

    Barbara Alberti, una delle donne più calme e tranquille della casa, si è lasciata andare a uno sfogo per difendere Licia Nunez: è polemica.

  • Sanremo 2020: quali saranno i cachet delle conduttrici?
    Notizie
    notizie.it

    Sanremo 2020: quali saranno i cachet delle conduttrici?

    Cifre da capogiro per i cachet delle conduttrici che saranno presenti a Sanremo 2020: i più alti sarebbero quelli della Clerici e di Mara Venier.

  • Harry e il passo indietro: "Non c’era alternativa"
    Notizie
    Adnkronos

    Harry e il passo indietro: "Non c’era alternativa"

    "Non c’era un’altra opzione". Il principe Harry prende la parola e a Londra, in un evento per una raccolta fondi, si esprime sulla decisione presa con la moglie Meghan. La coppia ha compiuto un passo indietro rispetto alla Royal Family e si appresta ad iniziare una nuova vita, più lontana da Buckingham Palace. "Non vi parlo come un principe o come un duca, ma come Harry. La nostra speranza era di continuare a servire la regina, il Commonwealth e le mie associazioni militari senza fondi pubblici. Purtroppo, questo non è stato possibile", ha detto Harry, spiegando di aver trovato, con Meghan, "l’amore e la felicità cercati per tutta la vita".  "Negli anni avete imparato a conoscermi abbastanza bene per sapere che la donna che ho scelto come moglie condivide i miei stessi valori”. "Non ho preso a cuor leggero la decisione di compiere un passo indietro, ma non c’era un’altra opzione”, ha aggiunto, ammettendo che la nuova vita rappresenta almeno in parte "un salto nel buio". "Ho accettato tutto questo, sapendo che ciò non cambia quello che sono e ciò che è importante per me. Spero che questo vi aiuti a capire a cosa sono arrivato: a compiere un passo indietro rispetto alla mia famiglia e a quello che ho sempre conosciuto per fare un passo avanti verso una vita, spero, più tranquilla". Rivolgendosi alla regina, Harry ha detto di avere il "massimo rispetto per mia nonna, il mio comandante in capo, che mi ha preso sotto la sua ala quando ho perso mia madre 23 anni fa", spiegando che "la nostra speranza era quella di continuare a servire la Regina, il Commonwealth e le associazioni militari, ma senza finanziamenti pubblici". "Sfortunatamente, non è stato possibile e l'ho accettato, sapendo che non cambia chi sono o quanto sono impegnato", ha detto. Il discorso di Harry sta tuttavia già producendo i suoi effetti. Secondo quanto rivela oggi The Mirror, la coppia, dopo l'accordo con cui rinunciano al titolo di "Altezze Reali", potrebbero essere costretti a fare una, molto più costosa rinuncia, quella del marchio 'Sussex Royal' che hanno lanciato il giorno stesso del loro 'divorzio' dalla Casa Reale.  Il Palazzo sta facendo pressioni per costringere la coppia a cambiare il nome della loro fondazione e del loro profilo sui media, nel timore che lo sfruttamento sul mercato del 'brand' possa avere effetti negativi sulla Famiglia Reale. "E' stato detto con chiarezza ad Harry e Meghan che questo sacrificio deve essere fatto, l'accordo sul tavolo è l'unica soluzione possibile per il bene della monarchia - ha detto un insider al tabloid britannico - ora questo loro brand Sussex Royal sta causando un grande serie di problemi".  La coppia ha già registrato il copyright di nome Sussex Royal e già esistono 100 articoli merchandising con il marchio, come libri, magliette e penne. "Loro ovviamente vogliono tenerlo ma non sono più in nessun modo membri operativi della Famiglia Reale, quindi sembra che dovranno rinunciare al marchio e trovarne un altro per la loro nuova vita lavorativa", concludono le fonti citate da Mirror.

  • Paola Barale contro Alfonso Signorini: “Cattiva comunicazione”
    Notizie
    notizie.it

    Paola Barale contro Alfonso Signorini: “Cattiva comunicazione”

    Paola Barale ha deciso di togliersi qualche sassolino dalla scarpa esprimendosi apertamente contro Alfonso Signorini: il post della showgirl

  • Mentana e il refuso nel titolo su Salvini: “Doveroso chiedere scusa”
    Notizie
    notizie.it

    Mentana e il refuso nel titolo su Salvini: “Doveroso chiedere scusa”

    Enrico Mentana ha chiesto scusa per il refuso apparso in un titolo del Tg La7 in merito all'eventuale processo a Matteo Salvini sul caso Gregoretti.

  • La lettera araba sul profilo Twitter di Giorgia Meloni: cosa significa?
    Notizie
    notizie.it

    La lettera araba sul profilo Twitter di Giorgia Meloni: cosa significa?

    Sul profilo Twitter di Giorgia Meloni è comparsa una lettera araba; cosa significa e perché la leader di FdI ha scelto di utilizzarla?

  • Blocco del traffico, PSA Italia va contro lo stop ai diesel Euro 6
    Notizie
    motor1

    Blocco del traffico, PSA Italia va contro lo stop ai diesel Euro 6

    Il Direttore Generale di Groupe PSA Italia, Gaetano Thorel, parla di "provvedimenti estemporanei" e difende le recenti auto diesel

  • Cattaneo (Lombardia): stop vendita stufe pellet non certificate
    Notizie
    Askanews

    Cattaneo (Lombardia): stop vendita stufe pellet non certificate

    "Oggi in alcuni casi incentivi vanno contro qualità dell'aria"

  • Antonella Mosetti è stata derubata: lo sfogo contro i ladri
    Notizie
    notizie.it

    Antonella Mosetti è stata derubata: lo sfogo contro i ladri

    Antonella Mosetti ha subito un furto e sui social si è scagliata pesantemente contro il ladro che le ha portato via la borsetta e il portafoglio.

  • Gf Vip, Licia Nunez contro Fernanda Lessa: “Orgogliosa di essere lesbica”
    Notizie
    notizie.it

    Gf Vip, Licia Nunez contro Fernanda Lessa: “Orgogliosa di essere lesbica”

    Volano scintille tra Licia Nunez e Fernanda Lessa: le due si sono chiarite per la frase offensiva pronunciata alla top model brasiliana.

  • Bollo Auto, cosa cambia nel 2020
    Notizie
    motor1

    Bollo Auto, cosa cambia nel 2020

    A Le Dritte di Andrea, questa settimana parliamo di bollo auto. Cosa cambia, come si paga e le eventuali sanzioni in caso di pagamento in ritardo

  • É morto Pio Schiano Moriello, bagnino di Torvaianica: aveva 100 anni
    Notizie
    notizie.it

    É morto Pio Schiano Moriello, bagnino di Torvaianica: aveva 100 anni

    Il litorale laziale dà il suo addito allo storico bagnino Pio Schiano, Moriello, morto poco dopo aver compiuto cento anni.

  • Per Johnson la prima sconfitta in Parlamento dopo le elezioni
    Notizie
    AGI

    Per Johnson la prima sconfitta in Parlamento dopo le elezioni

    Il premier britannico, Boris Johnson, ha subito la prima sconfitta in Parlamento dalla schiacciante vittoria alle elezioni del 12 dicembre scorso. La Camera dei Lord ha votato per 270 voti contro 229 a favore di un emendamento dei Lib-Dem alla legge sulla Brexit promossa dal governo. Alla Camera dei Comuni il governo ha la maggioranza ma non è così alla Camera dei Lord.Il testo approvato prevede che ai cittadini europei idonei, residenti nel Regno Unito, sia dato automaticamente il diritto di restare nel Paese dopo la Brexit invece che essere obbligati a presentare richiesta. Inoltre, si assicura che venga data loro prova fisica documentale del loro diritto a restare. È probabile che la mozione venga battuta quando verrà messa di nuovo ai voti alla Camera dei Comuni mercoledì; a quel punto i Lord hanno la possibilità di accettare la decisione o tentare ancora di farla passare chiedendo ai Comuni di 'pensarci nuovamente': una mossa altamente inusuale, soprattutto alla luce del forte risultato elettorale ottenuto da Johnson a dicembre.

  • Notizie
    Askanews

    Malattie sessualmente trasmissibili, Morrone: sono in aumento

    Anche a causa del nuovo fenomeno 'chemsex'

  • Uomo uccide la moglie malata a Genova: aveva paura diventasse un peso
    Notizie
    notizie.it

    Uomo uccide la moglie malata a Genova: aveva paura diventasse un peso

    Un uomo di 88 anni di Genova ha strangolato la moglie malata tentando poi di suicidarsi. L'anziano temeva che entrambi potessero essere un peso.

  • Chi è Vittoria Cecchi Gori: curiosità sulla figlia di Rita Rusic
    Notizie
    DonneMagazine

    Chi è Vittoria Cecchi Gori: curiosità sulla figlia di Rita Rusic

    Vittoria Cecchi Gori, figlia di Rita Rusic e Vittorio, è davvero una bellissima ragazza. Cosa sappiamo di lei?

  • L'Italia arma Erdogan: nel 2019 boom vendita alla Turchia
    Notizie
    Askanews

    L'Italia arma Erdogan: nel 2019 boom vendita alla Turchia

    A ottobre 2019 esportate armi e munizioni per 26 milioni di euro

  • Concorso pubblico 2020 per laureati in Giurisprudenza: il nuovo bando
    Notizie
    notizie.it

    Concorso pubblico 2020 per laureati in Giurisprudenza: il nuovo bando

    Tutte le informazioni utili sul nuovo bando di concorso 2020 indetto dalla Camera di Commercio di Roma dedicato ai laureati in Giurisprudenza.