Botta e risposta tra Letta e Meloni. Il segretario del Pd: "Solo con Vox è stata se stessa"

no credit

AGI  - "Tante volte mi viene detto in questa campagna elettorale: 'Ma in fondo Meloni parla un linguaggio moderato, non se la prende con nessuno'. Certo, in questa campagna elettorale, ma due mesi fa, forse persando che nessuno di noi capisce lo spagnolo, - ma un po' di itagnol lo parliamo un po' tutti - fece quel discorso in Spagna. Il vero progetto di Meloni e Fdi è in quel discorso in Spagna, non quello che sta dicendo oggi in una campagna in cui modera i toni. Vi invito a vederlo. Lì c'e dentro tutto".

Nel suo comizio a Cagliari, nella stessa piazza in cui venerdì l'ha tenuto la leader di FdI, il segretario del Pd Enrico Letta torna ad attaccare Giorgia Meloni, per il suo discorso di fronte alla platea di Vox, "partito post franchista in Spagna, che ha deciso sui grandi temi, il futuro dell'Europa, di prendere le posizioni più oltrenziste e più negative".

"E' il loro partito alleato", ha aggiunto Letta con riferimento a FdI. "L'idea di Europa che abbiamo noi è esattamento l'opposto. La nostra è un'idea dell'Europa della solidarieta', quell'Europa che ci ha dato i fondi del Pnrr, che noi porteremo avanti".

"La sinistra è nervosa perché teme di perdere il suo sistema di potere: ora basta. Serve meritocrazia". risponde la leader di Fratelli d'Italia, nel corso del suo intervento dal palco sistemato alla Villa Comunale de L'Aquila.

"Perché la sinistra ha bisogno di dipingerci come mostri?", continua. "Per me perché hanno un problema a dire cosa vogliono fare per l'Italia. Stanno al governo da 10 anni e gli italiani hanno visto come si comportano".