Botticelli e Giotto tutti per lui, Richard Gere in visita agli Uffizi

webinfo@adnkronos.com

Giotto, Botticelli, Michelangelo, Leonardo. Richard Gere a Firenze per ricevere le Chiavi della Città, non ha voluto rinunciare a una visita al museo degli Uffizi per un momento a tu per tu con i tesori dell'arte italiana. Una visita speciale durata appena un'ora in cui l'attore, accompagnato dal direttore del museo, Eike Schmidt ha potuto ammirare i capolavori del museo.  

In particolare la pala di Ognissanti di Giotto, il doppio ritratto dei Duchi di Urbino, la Primavera del Botticelli, l'Annunciazione di Leonardo e il Tondo Doni di Michelangelo. "Gere è un visitatore davvero attento e curioso - ha detto Schmidt al termine del tour - si è soffermato su ogni opera, studiando con pazienza i dettagli e facendo molte domande. Ha apprezzato moltissimo la Tebaide del Beato Angelico, sottolineando la somiglianza tra le figure dei santi padri in ritiro ascetico nel deserto e i monaci buddisti tibetani". 

Gere si è poi intrattenuto con i dipendenti degli Uffizi accorsi ad accoglierlo firmando autografi e prestandosi a una foto di gruppo.