Bozza dl Covid, in zona rossa Dad da seconda media a superiori

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 31 mar. (askanews) - In zona rossa didattica a distanza per gli studenti dalla seconda media e delle superiori. In zona gialla e arancione potranno riaprire almeno le medie, mentre per gli studenti delle superiori sarà assicurata la presenza di almeno il 50 per cento fino al 75. E' quanto prevede la bozza del decreto Covid all'esame del consiglio dei ministri di oggi.

Dal 7 al 30 aprile, si legge nel testo "nella zona rossa le attività didattiche del secondo e terzo anno di frequenza della scuola secondaria di primo grado nonché le attività didattiche della scuola secondaria di secondo grado si svolgono esclusivamente in modalità a distanza. Nelle zone gialla e arancione le attività scolastiche e didattiche per il secondo e terzo anno di frequenza della scuola secondaria di primo grado si svolgono integralmente in presenza".

"Nelle medesime zone gialla e arancione le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado adottano forme flessibili nell'organizzazione dell'attività didattica, ai sensi degli articoli 4 e 5 del decreto del Presidente della Repubblica 8 marzo 1999, n. 275, affinché sia garantita l'attività didattica in presenza ad almeno il 50 per cento, e fino a un massimo del 75 per cento, della popolazione studentesca mentre la restante parte della popolazione studentesca delle predette istituzioni scolastiche si avvale della didattica a distanza".