Bpm-Atlantis: Arrestati Ponzellini, Corallo e Cannalire

Milano, 29 mag. (LaPresse) - L'ex presidente di Bpm Massimo Ponzellini e il suo ex collaboratore Antonio Cannalire sono stati posti agli arresti domiciliari dai militari della guardia di finanza di Milano per un finanzianziamento erogato alla società Atlantis di Francesco Corallo. Di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per la stessa vicenda è stata notificata anche a Corallo, che al momento risulta irreperibile perché all'estero. Le accuse per tutti e tre sono infedeltà patrimoniale e associazione a delinquere finalizzata a commettere diversi reati, tra cui corruzione, corruzione privata, appropriazione indebita, violazione del divieto degli esponenti bancari di contrarre obbligazioni, emissione di fatture per operazioni inesistenti, riciclaggio.

A disporre le tre misure di custodia cautelare è stato il gip del tribunale di Milano, Cristina di Censo sulla base delle indagini svolte dai pm Roberto Pellicano e Mauro Clerici su Bpm e sulla gestine del credito da parte dell'istituto. Secondo l'accusa la banca avrebbe erogato finanziamenti ingenti sulla base di valutazioni falsificate, in favore di diverse società, i cui amministratori avrebbero corrisposto e promesso somme di denaro, quantificabili in circa 5,7 milioni di euro, al fine di ricevere favori nei procedimenti di concessione e mantenimento del credito bancario.

Photo Roberto Monaldo / LaPresse

02-09-2011 Cernobbio (Como)

Workshop the European House - Ambrosetti

In the photo Massimo Ponzellini (BPM)

Ricerca

Le notizie del giorno