Bradburne: Cenacolo a Brera non basilare, non sono convinto

Asa

Milano, 30 set. (askanews) - "Non credo sia basilare, non sono convinto". Così il direttore della pinacoteca di Brera, l'appena riconfermato James Bradburne, ha parlato, nell'ultimo giorno del suo primo mandato, dell'affidamento della gestione del capolavoro vinciano a Brera, deciso dall'ex ministro della Cultura, Alberto Bonisoli. "Se arriva lo prendiamo e lo gestiamo" restituendolo ai milanesi come fatto per Brera, ha proseguito. "Noi siamo pronti, ma è già in buone mani, possiamo anche non prenderlo. Ne ho già parlato con la dirigente, a prescindere da chi lo gestisce l'importante è farlo rientrare nella vita dei milanesi, è la cosa più importante" ha aggiunto. "Non farebbe parte della grande Brera, ma della grande Milano. Occorre farlo rientrare nella vita milanese in maniere importante" ha ribadito parlando dei suoi programmi per i prossimi quattro anni. "Amministrativamente niente è cambiato, stiamo tutti aspettando", ha concluso, visto che "il decreto attuativo è congelato, siamo nel limbo".