Brasile, ambientalista: situazione in Amazzonia fuori controllo -2-

Fco

Roma, 23 ago. (askanews) - Marina Silva, che è stata anche ministro dell'Ambiente dal 2003 al 2008 del presidente Luiz Inacio Lula da Silva (2003-10), ha indicato che si sta formando un movimento per pretendere che il parlamento scarti le iniziative legislative "contrarie" alla protezione della natura. Vincitrice del prestigioso premio Goldman Environmental nel 1996, ha severamente criticato il presidente del suo Paese, affermando che quanto accade in Amazzonia - il 60 per cento della quale si trova in Brasile - rappresenta un "crimine contro l'umanità".