Brasile, Bolsonaro contro documentario candidato a Oscar: stronzate -2-

Orm/Fco

Roma, 14 gen. (askanews) - I commenti di Bolsonaro sono l'ultima reazione al film che ha ulteriormente diviso il panorama politico, già spaccato, del Brasile. Molti esponenti della sinistra politica del Paese, tra cui l'ex presidente Luiz Inacio Lula da Silva, il mentore di Dilma Rousseff, hanno festeggiato la sua nomination a miglior documentario.

Nel frattempo, i parlamentari che hanno sostenuto il processo di impeachment, compreso il partito Psdb, hanno affermato che il film era "finzione e fantasia".