Brasile, Corte suprema sblocca film Netflix con Gesù gay -2-

Mos

Roma, 10 gen. (askanews) - Mercoledì un giudice aveva temporaneamente vietato il film nel paese. Ma la Corte suprema ha deciso di sbloccarlo. "Non si può supporre che una satira umoristica abbia la capacità di indebolire i valori della fede cristiana, la cui esistenza è attestata in più di duemila anni e in cui crede la maggioranza dei cittadini brasiliani", ha dichiarato il presidente della Corte suprema Dias Toffoli, segnalando inoltre che la libertà di parola è un diritto fondamentale in una democrazia.

Il primo stop decretato dal giudice Benedicto Abicair era stato accolto da Porta dos Fundos come "un atto di censura, violenza, illegalità, autoritarismo".

Nella polemica non aveva fatto mancare il suo contributo il presidente di estrema destra Jair Bolsonaro, il quale aveva affermato che avrebbe preferito avere un figlio morto che un figlio gay. E il figlio, Eduardo Bolsonaro, in un tweet aveva definito il film di Netflix come "immondizia".