Brasile, Hrw: deforestazione Amazzonia alimentata da impunità

Coa

Roma, 17 set. (askanews) - Il governo brasiliano "non riesce" a proteggere gli ambientalisti che sono vittime della violenza delle reti mafiose che stanno distruggendo l'Amazzonia: lo ha denunciato oggi Human Rights Watch (HRW) in un rapporto che denuncia l'impunità e la riduzione dei controlli ambientali nel Paese, che contribuiscono anche alla deforestazione della più grande foresta pluviale del mondo.

Il rapporto, pubblicato a San Paolo (Sud-Est) con il titolo "Le mafie della foresta pluviale", ricorda che la deforestazione dell'Amazzonia brasiliana è quasi raddoppiata tra gennaio e agosto, a 6.404 km2 contro 3.337 km2 nello stesso periodo del 2018, l'equivalente di 640.000 campi da calcio.

La distruzione dell'Amazzonia "è guidata in gran parte da reti criminali che usano la violenza e le intimidazioni contro coloro che si frappongono", accusa HRW.(Segue)