Brasile, Lula verso la scarcerazione

webinfo@adnkronos.com

Potrebbe essere scarcerato presto l'ex presidente brasiliano Luiz Inácio Lula da Silva, dietro le sbarre da più di un anno e mezzo per accuse di corruzione e riciclaggio. La Corte Suprema ha infatti approvato la revoca di una norma che prevede la detenzione in carcere per gli imputati condannati in appello e ha stabilito che le porte del carcere potranno aprirsi solo con la conclusione di tutti i gradi di giudizio. La decisione della Corte Suprema, tanto attesa, è arrivata con il voto favorevole di sei giudici su 11 e potrebbe portare alla scarcerazione di più di 4.800 detenuti, anche se non in modo automatico. 

Lula è stato condannato a 8 anni e dieci mesi di carcere. La decisione della Corte Suprema potrebbe avere conseguenze anche per le persone condannate nel quadro dell'inchiesta 'Lava Jato', la 'mani pulite brasiliana'. Commentando la decisione arrivata dal Brasile, il presidente eletto dell'Argentina, il peronista Alberto Fernández - per il quale Lula è "ingiustamente detenuto" - ha twittato: "E' lo stesso che rivendichiamo in Argentina da anni".