Brasile, rivolta in carcere: oltre 50 morti

webinfo@adnkronos.com

Almeno 52 persone sono morte nella rivolta scoppiata nel carcere brasiliano di Altamira, nel nord del Paese. Il numero delle vittime è stato reso noto dalle autorità penitenziarie dello stato del Parà. La rivolta è cominciata all'alba, quando un gruppo di detenuti ha fatto irruzione nel braccio occupato da un gruppo rivale. Almeno 16 persone sono state decapitate, altre hanno perso la vita nell'incendio che è stato appiccato. 

Gli scontri sono cominciati tra due gruppi rivali, che si contendono il controllo del carcere, come riferiscono il portale G1 e il quotidiano Folha de Sao Paulo. Due guardie carcerarie sono state prese come ostaggi e successivamente rilasciate quando sono iniziate trattative tra le autorità e i detenuti. La situazione è tornata sotto controllo dopo circa 5 ore. La rivolta è l'ennesimo segnale della drammatica crisi del sistema carcerario brasiliano. I detenuti in totale sono circa 708.000, ma ufficialmente i posti disponibili nelle varie strutture sul territorio nazionale sono circa 400.000.