Brescia,7 clienti a pranzo malgrado divieti Covid: chiuso ristorante

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 9 mar. (askanews) - La polizia ha disposto la chiusura di cinque giorni per un ristorante di via Corsica a Brescia dove ieri all'ora di pranzo gli agenti hanno sorpreso sette clienti seduti ai tavoli nonostante il divieto imposto dalle norme anti-Covid 19. Lo ha riferito in una nota la questura della città lombarda, spiegando che "le porte del locale erano serrate e le luci dell'insegna e quelle della sala prospiciente l'ingresso erano spente, come se il ristorante fosse chiuso ma il parcheggio era pieno di auto e si sentiva della musica provenire dall'interno del locale".

"Sul retro era aperta la porta della cucina che era in piena attività e così, una volta entrati nel locale, gli agenti hanno trovato i sette avventori disposti su un'unica tavolata, che stavano pranzando in maniera conviviale in violazione delle normative di divieto di assembramento e delle distanze interpersonali" ha sottolineato la questura, precisando che i clienti erano cinque italiani con precedenti di polizia e due ragazze straniere di 26 e 28 con regolare permesso di soggiorno. Per loro sono scattate le multe da 400 euro, mentre il 46enne italiano titolare del ristorante "è stato sanzionato per aver consentito l'assembramento di persone e per l'apertura del locale al pubblico, oltre al provvedimento della chiusura immediata del ristorante per cinque giorni". Per tale inosservanza, la questura informerà il Prefetto di Brescia "per l'applicazione della sanzione accessoria definitiva".