Brescia-Milan, le pagelle di CM: Tonali super. Donnarumma para tutto, Rebic letale

Daniele Longo

Brescia-Milan 0-1

BRESCIA

Joronen 6,5: Vola all’incrocio dei pali per togliere la palla su colpo di testa di Ibrahimovic nel primo tempo. Incolpevole nell’occasione del gol di Rebic.

Sabelli 7: Dimostra di essere uno dei più in forma del Brescia. Una vera spina del fianco per il Milan. In difesa chiude ogni varco, in attacco è un valore aggiungo. La fascia è il suo territorio senza possibilità di frenarlo.

Cistana 6,5: Dopo qualche passaggio a vuoto nelle scorse giornate il giovane centrale dimostra di essere in ripresa. Non sfigura nel duello con Ibrahimovic e Leao, molte volte ne esce vincitore.

Chancellor 5: Buca l’intervento su Ibrahimovic ma viene graziato. Quando buca su Rebic sono dolori: il Milan segna, il Brescia perde.

Mateju 5: Colpevole dell’errore che da il via al gol di Rebic nella ripresa. Per l’ennesima volta legge male una situazione difensiva banale che determina la sconfitta.

Bisoli 6,5: Rientro positivo dopo la squalifica. Solito motorino inesauribile utile in tutte due le fasi, difesa e attacco. Va vicino al gol negato solo da un superbo Donnarumma.

(Dal 42’st Skrabb 5: Giusto il tempo di farsi ammonire dopo 1’ dal suo ingresso in campo)

Tonali 7,5: Contro la sua squadra del cuore gioca una grande partita. Attento, preciso e ordinato. Dimostra di essere uno dei giocatori più interessanti del campionato con una classe straordinaria. Ma da solo non basta.

Dessena 6: Prima gara dal primo minuto dopo l’infortunio. Svolge il proprio compito con diligenza senza strafare.  

(25’st Ndoj 5: entra ed il Milan segna. Poco dopo tutto solo sbaglia il tiro davanti a Donnarumma)

Romulo 6: Torna a giocare nel ruolo di trequartista dopo molte gare disputate da interno. Sarà un caso ma si rivede il miglior Romulo.

Torregrossa 7: Altra prestazione da leader. Lotta come un leone facendosi valere tra le maglie della difesa del Milan. Sbaglia nel primo tempo un colpo di testa facile, sfortunato nella ripresa sulla spettacolare rovesciata. E dove non c’è sfortuna c’è Donnarumma negargli il gol.

Ayè 6: Schierato a sorpresa da Corini al posto di Donnarumma non sfigura. Non arriva su un traversone perfetto di Sabelli. Donnarumma gli nega il gol di testa.

(Dal 32’st Donnarumma 5: Entra nel momento peggiore della partita. Non è sereno e si vede. Forse ha giocato l’ultima gara con il Brescia…)

All. Corini 6: Ha a fianco a sé in panchina il presidente Massimo Cellino. Il suo Brescia gioca una grande partita mettendo costantemente in difficoltà il Milan sul piano del gioco, della corsa e della voglia. Ma non è colpa sua se la sua squadra commette sempre i soliti errori difensivi che spianano la strada alle vittorie degli avversari


MILAN

Donnarumma  7,5: semplicemente straordinario con l'intervento di piede che salva un gol già fatto su conclusione di Bisoli. Si ripete anche su Torregrossa e Ndoj: il Milan deve ringraziare il suo portierone se è riuscito a trovare una pesante vittoria. 

Conti 6: ottima applicazione in fase difensiva, dove non sbaglia niente. Si fa vedere in rare occasioni nella metà campo avversaria. 

Romagnoli 6: toglie diverse volte il Milan da situazioni pericolose, ma anche lui soffre l'intraprendenza di Torregrossa. 

Kjaer 5,5: nel gioco aereo si fa valere, ma fa fatica con la rapidità del duo Torregrossa-Aye. Forse condizionato dal giallo preso a inizio partita. 

Hernandez 6: anonimo nella prima frazione, straripante nella seconda. Con una progressione devastante va a un soffio dal sesto in campionato, ma la traversa gli nega la gioia personale. 

Castillejo 6: tanto lavoro per la squadra ma poca qualità. Conferma il suo ottimo momento di forma.

Kessie 5: impressionante la quantità di palloni persi. Lontanissimo parente del centrocampista ammirato per grande parte della scorsa stagione. 

Bennacer 6,5: è in grande fiducia e lo si vede per il coraggio che mette in diverse giocate molto complicate. Dà ritmo e sostanza dal primo all'ultimo minuto. 

Calhanoglu 5: torna titolare da esterno sinistro nel centrocampo a quattro ma delude ampiamente. Non è al massimo ma non riesce mai a trovare una giocata illuminante. Una sola conclusione che spaventa Joronen e poco altro.    (dal 31' st Krunic s.v)

Ibrahimovic 6: è il vero regista offensivo, trova dei corridoi interessanti per Leao. Ha sulla coscienza il gol fallito nel primo tempo ma propizia la rete di Rebic. Prezioso lavoro nel momento di massima pressione del Brescia quando tiene palla e fa salire la squadra. 

Leao 6: nel primo tempo ha degli ottimi spunti: cerca l'uno contro uno con Sabelli e gli va spesso via. Scende di tono nella ripresa. (dal 13' st Rebic 7,5: ancora una volta decisivo dopo il pomeriggio vissuto da star assoluta contro l'Udinese. Ha energia, convinzione nei propri mezzi e gli strappi che servono al Milan per cambiare passo)

All. Pioli 6,5: azzecca ancora una volta il cambio Rebic. Ha rimesso in piedi una squadra che sembrava alla deriva dopo la umiliante sconfitta di Bergamo.