Brescia: sindaco Temù su caso Ziliani, ‘sicuro al 99% sia stata uccisa, attendiamo tossicologico’

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano 18 ago. (Adnkronos) – Si dice convinto "al 99%" che Laura Ziliani sia stata uccisa il sindaco di Temù (Bs), Giuseppe Pasina, all’indomani della conferma definitiva del fatto che il corpo ritrovato l’8 agosto nel paese dell’Alta Valcamonica sia di Laura Ziliani, la ex vigilessa scomparsa tre mesi prima, dopo essere uscita per fare una passeggiata in montagna. Per la sua morte sono indagate la maggiore e la minore delle tre figlie, oltre al fidanzato di una delle due.

"Qui in Paese tutti sospettano delle figlie”, riferisce il primo cittadino, sicuro che il corpo sia sempre rimasto dove è stato ritrovato e che non crede all'ipotesi di uno spostamento. “Dicono che il corpo avrebbe dovuto essere più decomposto se fosse stata lì da tre mesi”, spiega Pasina, che invece, avendo parzialmente visto il cadavere e parlato con chi lo ha trasportato, lo descrive in un avanzato stato di decomposizione, tale che "non so se potevano accorgersi se avesse ferite o no".

L'assenza di segni di violenza ha indotto gli investigatori sulla pista dell’avvelenamento e ora – riferisce il sindaco – in Paese “tutti sono ansiosi di conoscere il risultato dell’esame tossicologico, per capire com’è stata uccisa e se è vero che è stata avvelenata”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli