Brescia, via a riqualificazione stazione di Borgo San Giovanni

Red-Asa

Milano, 2 ago. (askanews) - Entro la prima metà del 2020 a Brescia la stazione di Ferrovienord di Borgo San Giovanni, sulla linea Brescia-Iseo-Edolo, cambierà volto. Si concluderanno infatti in quel periodo una serie di importanti opere di riqualificazione, dell'importo di 4,5 milioni di euro, che prevedono, tra le altre cose, nuove banchine e un nuovo sottopasso, oltre che l'adeguamento di tutti gli impianti. Gli interventi nella stazione di Borgo San Giovanni rappresentano la prima parte di un progetto più ampio, portato avanti da Regione Lombardia attraverso il tavolo tecnico "Nodo ferroviario di Brescia", che vede la partecipazione, tra gli altri, di Comune di Brescia e Provincia di Brescia. Il progetto è finalizzato a sviluppare un servizio ferroviario suburbano nel nodo di Brescia, valorizzando e potenziando le linee ferroviarie esistenti.

In particolare, sulla linea Brescia-Iseo-Edolo, è programmato un incremento del servizio ferroviario in due fasi temporali: prima un potenziamento della frequenza ogni 30 minuti tra Brescia e Iseo; poi un ulteriore potenziamento della frequenza a 15 minuti nella tratta Brescia - Castegnato. L'intervento di riqualificazione e messa a standard della stazione di Brescia -Borgo San Giovanni è, assieme al sottopasso ferroviario in sostituzione del passaggio a livello di via Rose, il primo di una serie di importanti interventi che riguarderanno, nei prossimi anni, la riqualificazione e messa a standard delle stazioni di Castegnato, Bornato-Calino e Borgonato-Adro, l'adeguamento viabilistico della stazione di Passirano e la realizzazione ex novo della fermata di Brescia - Violino.

"I lavori a Borgo San Giovanni - ha commentato il presidente di Ferrovienord Paolo Nozza - permetteranno non solo di migliorare la sicurezza e la fruibilità degli spazi della stazione per chi li frequenta tutti i giorni ma anche, in prospettiva, di potenziare il servizio rendendolo più frequente. Questo intervento fa parte di un più ampio programma di lavori sulla rete che ha visto, negli ultimi 10 anni, ad esempio, l'eliminazione di 47 passaggi a livello e 44 attraversamenti a raso, 21 nuovi sottopassi pedonali di stazione e ciclo-pedonali, 34 nuovi cavalcaferrovia, 93 banchine ferroviarie rialzate oltre che 52 chilometri di nuove linee e 11 chilometri di binario raddoppiati".

"Con il progetto 'Oltre la Strada', ovvero l'ambizioso piano di riqualificazione di tutta l'area di via Milano - hanno evidenziato il sindaco di Brescia, Emilio Del Bono, e l'assessore alla Mobilità, Federico Manzoni - abbiamo voluto dare gambe al potenziamento della linea ferroviaria Brescia-Iseo, nell'ottica di favorire sempre più una mobilità sostenibile nell'ingresso in Città da ovest. In tal senso, l'intervento su Brescia - Borgo san Giovanni, la stazione ferroviaria a servizio dei quartieri di via Milano e Primo Maggio, rappresenta il primo tassello di un più ampio quadro di interventi che, in una positiva logica di collaborazione interistituzionale, consentiranno lo sviluppo su questa direttrice ferroviaria di un servizio suburbano capillare e frequente". La Regione contribuisce al finanziamento con 1.442.344,70 euro, il Comune di Brescia con 3.120.000,00 euro.