Brexit, al via dibattito ai Comuni su legge per bloccare no-deal -2-

Bea

Roma, 4 set. (askanews) - Il premier oggi in aula ha detto che pur di chiedere unn rinvio della Brexit chiederà di indire un voto anticipato per il prossimo 15 ottobre, ma anche qui è ostaggio del parlamento, e in particolare delle opposizioni, in quanto per sciogliere i Comuni ha bisogno dell'assenso dei due terzi dei deputati. E il capo del Labour Jeremy Corbyn ha subito frenato: elezioni sì, certamente - ha detto - ma prima va tolta dal campo la possibilità che la Gran Bretagna possa effettuare un'uscita disastrosa dalla Ue il prossimo 31 ottobre.

Johnson dice da giorni che togliere dal tavolo la Brexit no deal il 31 ottobre significa privarsi si un'arma negoziale con la Ue. Ma c'è già una valanga di indiscrezioni secondo cui i suoi stessi collaboratori più stretti, come il sulfureo Dominic Cummings, artefice della linea aggressiva del premier, affermano in privato che il negoziato con la Ue non esiste, è solo una scusa. (Segue)