Brexit, cosa succede con no-deal a tre milioni di europei in Gb -7-

Bea

Roma, 29 ago. (askanews) - - I viaggi d'affari e per turismo.

Il Regno Unito e l'Unione Europea hanno concordato che i rispettivi cittadini potranno viaggiare senza visti per affari e turismo. Le attività lavorative permesse sono partecipazione a riunione, interviste di lavoro e firme di accordi. Le visite sono limitate a 90 giorni, due volte l'anno.

- Perdita di controllo.

Al netto delle buone intenzioni, una Brexit no-deal implica che i diritti dei cittadini di entrambi non sarebbero più protetti a livello europeo, ma sarebbero in mano ai singoli Paesi. Sia l'UE che il governo del Regno Unito riconoscono la loro perdita di influenza. 'I cittadini dell'UE residenti nel Regno Unito non sarebbero più protetti dalle norme dell'Ue sulla libera circolazione' ha sottolineato la Commissione europea. 'Il Regno Unito non può agire unilateralmente per proteggere i diritti dei cittadini britannici nell'Ue' ha chiarito il governo britannico.(Segue)