Brexit, da Bruxelles quattro nuove procedure d'infrazione contro Londra

La Commissione europea ha avviato quattro nuove procedure di infrazione contro il Regno Unito per non aver rispettato parti significative del protocollo sull'Irlanda/Irlanda del Nord.

La decisione arriva a pochi giorni dall'approvazione in parlamento britannico di un disegno di legge che mira a eliminare gli obblighi doganali sanciti con il protocollo, circostanza che non è affatto piaciuta alla Commissione, come riferito dal portavoce Eric Mamer

"Il punto è che abbiamo un accordo internazionale firmato e ratificato da entrambe le parti. Non ci dovrebbe essere alcun disegno di legge britannico attualmente in discussione in Parlamento. Dovremmo attuare questo protocollo insieme ed è per questo che riteniamo che il semplice fatto che sia stata introdotta una legge per modificare unilateralmente il funzionamento del protocollo sia inopportuno e collegato alla violazione che abbiamo presentato oggi."

Il protocollo, la cui stipula costituì la parte più lunga e complicata dei negoziati su Brexit, è un accordo che punta ad evitare la creazione di un confine rigido tra Irlanda e Irlanda del Nord.

La sua applicazione implica controlli doganali sulle merci in transito tra Gran Bretagna e l'Irlanda del Nord. Il Regno Unito ha due mesi di tempo per rispondere all'0ingiunzione, dopodiché la Commissione si dichiara pronta ad adottare ulteriori misure.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli