Brexit, dopo figuraccia Johnson Tories furiosi con il Lussemburgo

Bea

Roma, 17 set. (askanews) - Non è andata giù ai Tory britannici la figura non proprio da "incredibile Hulk" (come si è definito sabato) del premier Boris Johnson, che ieri in Lussemburgo si è sfilato all'ultimo minuto da una conferenza stampa congiunta, lasciando solo al palco il collega lussemburghese Xavier Bettel il quale ne ha approfittato per sparare a zero sulla Brexit. Tra gli applausi dei manifestanti anti-Brexit riuniti in piazza per l'occasione, Bettel ha attaccato Johnson: "smetti di parlare è agisci" ha detto, perchè "l'orologio ticchetta".

Il Times, quotidiano tradizionalmente vicino al partito di governo oggi titola sull'"imboscata" lussemburghese: il premier di Londra avrebbe rifiutato di partecipare alla conferenza stampa all'aperto per via dei troppi manifestanti "rumorosi" e il Lussemburgo dal canto suo avrebbe respinto la richiesta britannica di spostare l'evento al chiuso adducendo l'indisponibilità di una sala abbastanza grande.(Segue)