Brexit, Europarlamento: nuove proposte Gb non danno garanzie -2

Loc

Bruxelles, 3 ott. (askanews) - "In primo luogo - spiegano gli eurodeputati del Gruppo -, le proposte del Regno Unito in materia di dogane e aspetti regolamentari prevedono esplicitamente infrastrutture, controlli e verifiche, ma non sono chiari su dove e come esattamente verrebbero effettuati. Qualsiasi forma di controllo all'interno e intorno al confine significherebbe la fine del commercio senza attriti, e come tale danneggerebbe l'economia pienamente integrata dell'Isola, oltre a danneggiare il processo di pace, e potrebbe comportare un grave rischio per i consumatori e le imprese. Le proposte presentate dal governo del Regno Unito violano così una serie di principi fondamentali e 'linee rosse' approvate nelle risoluzioni di questo Parlamento".

Allo stesso tempo, continua la dichiarazione, "tali controlli non sarebbero sufficienti a garantire la protezione dei consumatori e delle imprese dell'Ue in tutte le circostanze, lasciando perciò potenzialmente una falla significativa nel mercato unico dell'Ue".

(Segue)