Brexit, Europarlamento: nuove proposte Gb non danno garanzie -3-

Loc

Bruxelles, 3 ott. (askanews) - In secondo luogo, le nuove proposte sarebbero rese operative e dettagliate durante il "periodo di transizione" di quattordici mesi, dopo la Brexit, in cui, in caso di accordo, il Regno Unito resterà ancora parte del mercato unico Ue. "Ciò non fornisce - lamentano gli eurodeputati - la certezza necessaria né soddisfa i principi concordati nell'Accordo di recesso", perché "significherebbe che il Parlamento europeo dovrebbe dare il consenso al Protocollo senza conoscerne tutte le implicazioni, né avere alcuna garanzia in merito al suo funzionamento legale", e "questo è inaccettabile".

In terzo luogo, "la condizione dell'approvazione da parte dell'Assemblea dell'Irlanda del Nord rende effettivamente l'accordo una decisione contingente, incerta, provvisoria e unilaterale, rispetto alla rete di sicurezza prevista dal 'backstop'". Anche perché "l'Assemblea del Nord Irlanda non si riunisce da quasi tre anni e ci si può chiedere se sarebbe in grado di assumersi la responsabilità di un trattato internazionale di questo tipo", si osserva ancora nel testo.

(Segue)