Brexit, ex premier Cameron: siamo bloccati, sono molto preoccupato

Coa

Roma, 14 set. (askanews) - L'ex primo ministro britannico David Cameron ha difeso oggi la sua decisione di convocare un referendum sulla Brexit, affermando che la questione "andava affrontata", e non ha escluso che una nuova consultazione popolare possa avere luogo: "siamo bloccati", ha commentato al Times, in occasione del lancio del suo libro di memorie.

L'ex leader dei Tory, in occasione del referendum del 2016, si era schierato per il "remain". "Ogni singolo giorno ci penso, al referendum e al fatto che abbiamo perso e alle conseguenze e alle cose che avrebbero potuto essere fatte diversamente, e mi preoccupo disperatamente per quello che succederà dopo", ha commentato. "Penso che possiamo arrivare a una situazione in cui usciamo ma rimaniamo amici, vicini e partner. Possiamo arrivarci, ma mi piacerebbe avanzare rapidamente in questo momento perché è doloroso per il paese ed è doloroso da guardare".