Brexit, Farage dichiara guerra a Johnson e al suo deal

Cgi

Milano, 3 nov. (askanews) - "Ci ho pensato molto". Nigel Farage, il leader del partito britannico Brexit, ha dichiarato che non si presenterà alle elezioni, scegliendo invece di fare campagna a livello nazionale contro l'accordo di divorzio dall'UE del primo ministro Boris Johnson. E i conservatori britannici ora possono anche farsi passare qualche brivido lungo la schiena. Farage ha precedentemente guidato il Partito dell'Indipendenza del Regno Unito (UKIP). La minaccia che potrebbe sottrarre voti ai conservatori aveva avuto già un ruolo importante nel convincere l'allora Primo Ministro David Cameron a tenere il referendum del 2016. L'attivista anti-UE ha istituito quest'anno il Partito Brexit e ha rapidamente ottenuto il maggior numero di voti in Gran Bretagna alle elezioni europee di maggio.

(Segue)