Brexit, Gb chiede a Ue nuovo rinvio ma Johnson non firma lettera -2-

Voz

Roma, 20 ott. (askanews) - la richiesta del nuovo rinvio era stata imposta al governo da una legge approvata nelle scorse settimane, che prevedeva questo passo nel caso in cui ieri non fosse stato approvato un accordo di Brexit.

Ieri Johnson aveva "sfidato" gli anti brexit affermando che non avrebbe negoziato un nuovo rinvio. E che era fiducioso di essere in grado di far approvare le necessarie normative in tempo per completare il processo entro il termine del 31 ottobre.

Il presidente del consiglio europeo, Donald Tusk, ha fatto sapere che procederà speditamente a consultazioni tra i leader Ue sul come procedere.

Fonti comunitarie avevano espresso la possibilità di concedere più tempo al Regno, anche se a seguito di una conversazione ieri con lo stesso Johnson, il presidente francese, Emmanuel Macron avrebbe mostrato scetticisimi su ulteriori rinvii.