##Brexit, Gb verso elezioni? Johnson sfidato dai Tory ribelli

Mos

Roma, 3 set. (askanews) - La Gran Bretagna precipita verso le elezioni? Il rischio si è fatto da ieri molto concreto, dopo che ufficiali di Downing Street hanno avvertito che il premier Boris Johnson chiederà il voto anticipato per il 14 ottobre - tre giorni prima di un cruciale summit europeo - se dovesse passare la mozione che, in mancanza di accordo con l'Ue per la Brexit, lo costringerebbe a chiedere un rinvio dell'uscita dall'Unione fino al 31 gennaio 2020. E questa mozione potrebbe passare grazie alla convergenza di una serie di compagni di partito dello stesso premier, che potrebbero votare con l'opposizione.

La minaccia non sembra aver attecchito. Il Labour, per bocca del suo leader Jeremy Corbyn ha chiarito di essere pronto a elezioni generali. Anche se Tony Lloyd, il ministro ombra per l'Irlanda del Nord, ha chiarito che il Partito laburista si opporrà ai piani del governo di tenere elezioni anticipate prima della prevista uscita della Gran Bretagna dall'Ue, il 31 ottobre. "Boris Johnson - ha detto - non detterà i termini di un'elezione che schiaccia questo paese sotto un mancato accordo". (Segue)