Brexit, il premier Johnson: "Prepariamoci al No Deal dal 1° gennaio"

Claudio Paudice
·Giornalista, L'HuffPost
·1 minuto per la lettura
British Prime Minister Boris Johnson leaves 10 Downing Street wearing a face mask on his way to Prime Minister's Questions (PMQs) at the House of Commons in London, England, on October 14, 2020. (Photo by David Cliff/NurPhoto via Getty Images) (Photo: NurPhoto via Getty Images)
British Prime Minister Boris Johnson leaves 10 Downing Street wearing a face mask on his way to Prime Minister's Questions (PMQs) at the House of Commons in London, England, on October 14, 2020. (Photo by David Cliff/NurPhoto via Getty Images) (Photo: NurPhoto via Getty Images)

“Dobbiamo prepararci al No Deal a partire dal 1° gennaio”. Così il premier britannico Boris Johnson ha commentato i negoziati in corso con l’Unione Europea, in seguito alla posizione dei 27 emersa al termine del Consiglio Ue.

“A meno che non ci sia un cambiamento fondamentale di approccio”, ha detto il premier lasciando aperto uno spiraglio, “procederemo con la soluzione su modello australiano”, basata cioè sulle regole del Wto. Ora, però, ”è il momento per le nostre imprese di prepararsi” visto che i Paesi Ue “si sono rifiutati di negoziare” e vogliono “controllare il Regno Unito in un modo inaccettabile per uno stato sovrano”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.